Travel Notes

Stai cercando di decidere dove trascorrere quest’anno il famoso Día de Muertos nella penisola dello Yucatan? Allora questo post fa per te.

Día de muertos è probabilmente uno dei simboli più famosi del Messico e si festeggia il 1 novembre. Questo giorno che è visto come Halloween dalla maggior parte delle persone europee o nordamericane, forse a causa della data così vicina a quest’altra festa, in Messico ha ancora un profondo significato spirituale. Tutte le principali città del Messico organizzano una festa di una settimana, con diversi eventi e una grande parata, la più grande e famosa delle quali si svolge a Città del Messico.

Questa parata, chiamata pasaje de las almas , o passaggio delle anime, consiste in un gruppo di persone che camminano con fiori e candele e, secondo la tradizione, simboleggia l’arrivo delle anime che tornano sulla Terra in questo periodo dell’anno per visitare le loro famiglie e amici. Inoltre, le famiglie allestiscono degli altari con cibi e bevande per le anime delle persone che amavano. Se non hai ancora visto Coco, ti consiglio davvero di farlo!

Advertisements

Nello Yucatan, questa tradizione si fonde con qualche tradizione Maya. Mentre le città più turistiche della Riviera Maya organizzano grandi celebrazioni, se stai cercando un’esperienza autentica non consiglierei di trascorrere questa giornata in una grande città. Inizialmente avevamo programmato di trascorrere Día de muertos a Merida. Tuttavia, bisogna tenere presente che la sfilata per il passaggio delle anime, che è l’evento più importante e caratteristico di questa settimana, non si tiene il 31 ottobre o 1 novembre, ma qualche giorno prima. Ad esempio, durante la nostra visita, la parata si è tenuta il 27 ottobre. Quindi, tienilo a mente quando pianifichi la tua visita.

Festival de Pixanes

Abbiamo scoperto che la parata di solito non ha luogo il 31 ottobre solo dopo essere già arrivati ​​a Valladolid, quindi abbiamo finito per guardarla lì. Ma sono così felice che sia andata così! Valladolid è un paese piccolo e, per questo motivo, ci siamo sentiti di aver vissuto un’esperienza più tradizionale e autentica, e ci siamo sentiti più parte di questa festa, che era esattamente quello che stavamo cercando.

In mattinata siamo andati a visitare il Cenote Zaci, quello nel centro del paese, dove già si vedeva gente che allestiva i propri altari e bancarelle alimentari e artigianali. È stato molto interessante passeggiare e parlare con le famiglie per saperne di più su questa tradizione. Le persone erano molto felici di parlare con noi e di farsi fotografare loro o dei loro altari. Sembrava che ci fosse una competizione per chi aveva il migliore!

📌Tip: Anche se di solito le famiglie sono felici di farsi scattare una foto accanto al proprio altare, è sempre una buona idea chiedere prima di fare una foto!

La sera, intorno alle 20, siamo andati a vedere la sfilata o Festival de Pixanes, come lo chiamano qui. Le strade erano piene di gente, quasi tutti che partecipavano alla parata o semplicemente la seguivano. La gente del posto indossava i costumi tradizionali e il famoso trucco da scheletro. Sebbene la sfilata fosse molto piccola, c’erano anche alcuni carri allegorici e, ancora una volta, le persone erano più che felici di fermarsi per te se ti vedevano mentre cercavi di scattare una foto. Il corteo è durato circa un’ora e si è spostato dalla piazza principale del paese al Cenote Zaci. Qui è dove è iniziata la vera festa!

Parade
Pasaje de las almas per il Día de Muertos a Valladolid

Per prima cosa, abbiamo assistito a una gara di costumi per cani. Dopodiché, abbiamo guardato la tradizionale danza Maya, jarana . Il ballo e la musica erano molto belli e sono andati avanti per un po’. Nelle diverse bancarelle, si può assaggiare anche il cibo locale. Io ho deciso di provare una marquesita, qualcosa che assomiglia a una crepe ripiena di formaggio, ma ha più il sapore di un cono gelato. Sicuramente un sapore strano!

Jarana
Jarana – la tradizionale danza Maya

I festeggiamenti sono andati avanti tutta la notte, non solo nel cenote, ma anche nel centro della città, dove c’erano molti artisti di strada che si esibivano e fuochi d’artificio che partivano dietro la cattedrale.

Il giorno dopo ci siamo spostati a Merida, dove abbiamo scoperto che i festeggiamenti sarebbero continuati fino al 2 novembre. Mentre nei mercati principali era ancora possibile vedere gli altari di famiglia, nei bar e nei locali si poteva prendere parte alle feste di Halloween. Anche qui, nella piazza principale c’erano gruppi che suonavano musica tradizionale e ancora alcune persone che indossavano il trucco tradizionale.

Altar in Merida
Altar in Merida

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

5 Replies to “Día de muertos nello Yucatan”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: