Travel Notes

Messico – Tutto quello che c’è da sapere

Scroll down to content

La penisola dello Yucatan, in Messico, è stata la prima tappa del mio viaggio.

Il Messico è un paese così grande e diversificato, il che rende particolarmente difficile visitarlo tutto in poche settimane. Quindi, se hai solo un tempo limitato da trascorrere in questo posto fantastico, consiglierei sicuramente di andare nella penisola dello Yucatan. Questa parte del Messico ha molto da offrire, dal rilassante mare dei Caraibi, alle colorate città coloniali, alle rovine Maya, ai cenotes blu e, naturalmente, al cibo delizioso. Per questo motivo, non sorprende che questa zona sia la più turistica e la più costosa del paese. 

Un'altalena in uno specchio d'acqua e riflessi

In questo post troverai informazioni utili su:

  • Un possibile itinerario
  • Il cibo che devi provare
  • Spostarsi in autobus
  • Valuta e bancomat
  • Quando andare

Il nostro itinerario

Con solo tre settimane disponibili, siamo partiti a Cancun, per poi proseguire verso Valladolid da dove è possibile visitare una delle nuove sette meraviglie del mondo, Chicken Itza . 

Successivamente, ci siamo spostati a Merida per una settimana. Poi abbiamo preso un (lungo) autobus fino a Bacalar verso est

Non avrai bisogno di più di tre notti qui prima di passare a Mahaual, una gemma nascosta quasi al confine con il Belize. Dopo due giorni, abbiamo iniziato a dirigerci verso nord, fermandoci a Tulum per una notte. L’ultima tappa è stata l’ isola di Holbox, un luogo a nord di Cancun, dominato da una natura incontaminata e una fauna selvatica straordinaria.

Mappa dello Yucatan
Mappa della penisola dello Yucatan

Il cibo che devi provare

Queso fundido – Tutti gli amanti del formaggio adoreranno questo posto! Una delle specialità dello Yucatan è il queso fundido o formaggio fuso. Di solito viene in tre varietà – semplice, con funghi o chorizo ​​- anche se alcuni ristoranti hanno più opzioni.

IMG-20171111-WA0021

Queso fundido con funghi

Chaytas – Chaya è un ortaggio che può essere trovato solo nello Yucatan, con un gusto che ricorda vagamente gli spinaci. Spesso usato anche per fare bevande, come l’agua de chaya, può essere usato per fare chaytas, un piatto molto simile a una crêpe ma fatto con farina di mais mescolata con acqua e foglie di Chaya, che viene poi fritta. 

Fare chaytas all’Hostel Nomadas

Poc chuc – Questo piatto molto popolare è preparato con carne di maiale marinata nel succo di naranja agria, un’arancia piccola e amara, cucinata con cipolle e fagioli. Il mix perfetto di salato e dolce. Purtroppo non è disponibile una versione vegetariana!

Panuchos – Una tortilla fritta ripiena di fagioli, lattuga e un ingrediente a scelta tra pollo, maiale o, anche se non tradizionale, verdure.

Spostarsi in autobus

Spostarsi nello Yucatan è abbastanza facile e relativamente economico. Gli autobus urbani di solito costano tra 10 e 15 pesos (meno di $1) ma sono molto affollati. Per questo motivo, al di fuori di Cancun, dove le distanze sono più brevi, potrebbe valere la pena prendere un taxi, soprattutto se si è con un gruppo di persone. 

Ricordati di chiedere quanto costa prima di salire in macchina, e puoi addirittura suggerire tu il prezzo che vorresti pagare, purché sia ​​ragionevole. Il passaggio in taxi più alto che abbiamo pagato è stato di 150 pesos per 20 minuti in auto al di fuori della città principale.

Cattedrale di San Gervasio, Valladolid, Yucatan, Messico

In alcuni luoghi più piccoli è possibile spostarsi in mototaxi. Se puoi, prendi uno! Sara’ un’esperienza unica e potrai andare in giro come una persona del posto e goderti le strade polverose per 20 pesos a persona.

Per viaggi brevi, puoi usare colectivos, piccoli bus che possono trasportare fino a quindici persone e sono il modo più economico per spostarti. L’unico aspetto negativo dei colectivos è che di solito non partono fino a quando non sono completamente pieni, quindi potresti dover aspettare fino a un’ora prima di muoverti.

Per i viaggi più lunghi in autobus attraverso la penisola, gli autobus ADO sono l’ideale, con un servizio regolare, sedili comodi, aria condizionata e prezzi bassi. Gli autobus di prima classe sono ovviamente più costosi degli autobus di seconda classe (a volte il doppio del prezzo) ma comunque a prezzi moderati e molto più comodi (in particolare se si deve passare più di cinque ore su di esso).

Altare a Merida

Suggerimenti utili: la loro app e il loro sito Web non sono i migliori, in quanto non mostrano tutti i servizi disponibili, quindi è meglio prenotare i biglietti alla stazione degli autobus. Se viaggi in una grande città dove gli autobus sono regolari, puoi presentarti da 40 minuti a un’ora prima. Se viaggi in posti più piccoli che vengono serviti solo una o due volte al giorno, potrebbe essere una buona idea prenotare i tuoi biglietti con almeno un giorno di anticipo, poiché potrebbero esaurirsi anche per destinazioni che non ti aspetti.

Valuta e bancomat

I pesos messicani sono la valuta ufficiale qui. Tuttavia, i dollari americani sono accettati quasi ovunque, in particolare nelle città più grandi. 

1 € equivale a circa 25 pesos.

In luoghi più grandi, come Cancun o Merida, troverai molti sportelli bancomat in giro, ma è una buona idea prelevare un po’ di denaro prima di recarti in villaggi più piccoli, come Bacalar o Mahahual. 

Tuttavia, tieni presente che puoi prelevare sia i dollari statunitensi che i pesos messicani dal bancomat e il simbolo per entrambi è $, quindi assicurati di selezionare la valuta giusta all’inizio.

Quando andare

La penisola dello Yucatan ha un clima tropicale, il che significa che la temperatura non scende quasi mai sotto i 25 C.

Da dicembre ad aprile sono i mesi della stagione secca/inverno e, dal punto di vista meteorologico, sono il momento ideale per visitare questo paese, anche se questa è alta stagione e quindi i prezzi sono più alti e i luoghi sono più affollati . Inoltre, marzo e aprile sono i mesi dello Spring Break negli Stati Uniti e la Riviera Maya è una destinazione popolare per i turisti americani in questo periodo. Anche luglio e agosto sono mesi in cui troverai molti turisti.

Il resto dell’anno è considerato bassa stagione, perché coincide con la stagione delle piogge, con un rischio particolare di uragani da giugno a ottobre.

Noi abbiamo visitato la penisola dello Yucatan tra la fine di ottobre e novembre, perché volevamo trascorrere lì il Dia de Muertos. Complessivamente, mentre nel pomeriggio abbiamo avuto qualche acquazzone, soprattutto nei luoghi vicino alla costa durante i primi 10 giorni, novembre è stato un mese secco e super caldo. I prezzi erano ragionevoli durante questo periodo e siamo riusciti a trovare alloggi all’ultimo minuto molto facilmente, dato che abbiamo scelto di trascorrere il Dia de Muertos a Valladolid.

Video Diario – Messico

Guarda altre foto sulla mia pagina Instagram .

POTREBBE PIACERTI ANCHE:

One Reply to “Messico – Tutto quello che c’è da sapere”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: