Travel Notes

Giornata mondiale degli oceani – 8 modi per proteggere l’oceano in viaggio

Scroll down to content

L’8 giugno si festeggia la Giornata mondiale degli oceani. Questa giornata viene celebrata ogni anno con numerosi eventi speciali per sensibilizzare sull’importanza dell’oceano per il nostro pianeta e il clima.

For 2020 World Oceans Day is growing the global movement to call on world leaders to protect 30% of our blue planet by 2030. This critical need is called 30×30. By safeguarding at least 30% of our ocean through a network of highly protected areas we can help ensure a healthy home for all!

From worldoceansday.org. You can sign the petition here.

L’oceano non è solo importante, ma anche bello e affascinante … e questo è qualcosa che noi viaggiatori e backpackers conosciamo molto bene!

Quindi, come possiamo fare la nostra parte per proteggere l’oceano mentre viaggiamo? Ecco alcuni consigli per viaggiare in modo più sostenibile e salvaguardarlo:

Scegli la crema solare giusta

Non tutte le creme solari sono uguali e alcune contengono ingredienti, come l’oxybenzone e l’octinoxate, che sono altamente tossici per la fauna e l’ambiente marino. È stato dimostrato che causano anche danni significativi alle barriere coralline, tanto che alcuni paesi, come le Hawaii, saranno presto vietati.

Quindi, come si fa a scegliere una crema solare ecologica? Puoi fare qualche ricerca online o controllarne gli ingredienti: evita quelli che contengono ingredienti come oxybenzone, octinoxate, ottocrylene e simili, e opt per ingredienti non nocivi per la barriera corallina come ossido di zinco e il biossido di titanio.

una persona seduta su una spiaggia su un'isola

Poiché c’è sempre più consapevolezza circa questo problema, alcuni marchi scrivono già Reef Friendly sui loro prodotti, tuttavia, non ti fidare al 100% e controlla sempre gli ingredienti. E ricorda che la scelta di una protezione solare ecologica non è solo un bene per l’ambiente ma anche per la salute della tua pelle.

Un’altra buona abitudine è quella di applicare la protezione solare almeno 30 minuti prima di entrare in acqua.

Non lasciare che prodotti chimici entrino nei corsi d’acqua

Stai facendo un viaggio di trekking o campeggio e stai per fare una doccia … Come influisce questo sul nostro oceano?

Il sapone che usi potrebbe finire in un corso d’acqua e quindi finire nell’oceano. Questo causerà danni agli organismi e animali che vivono in acqua, a causa degli ingredienti chimici contenuti nel sapone. Inoltre, i fosfati contenuti nel sapone possono favorire la fioritura di alghe nocive nei laghi e nei corsi d’acqua (queste abbassano di molto il livello di ossigeni presente uccidendo gli animali che vivono in quel posto).

Per proteggere il nostro oceano, quindi, dovremmo scegliere saponi biodegradabili con ingredienti biologici e cercare comunque di lavarci ad almeno 100 m da qualsiasi corso d’acqua.

Porta a casa solo ricordi

“Porta con te solo ricordi, lascia solo impronte” è una frase che i backpacker e gli escursionisti conoscono bene.

Non solo sulla costa, ma ogni volta che sei in natura, è sempre una buona idea lasciare il posto che visiti come l’hai trovato e non portare nulla a casa con te.

Quando cammini sulla spiaggia e prendi qualche roccia o qualche conchiglia, potresti pensare che non sia poi cosi grave. Dopotutto, è solo una conchiglia e ce ne sono molte in mare, giusto?

Ma se ogni persona che visita la spiaggia portasse via un paio di cose, questo avrebbe un impatto enorme sull’ecosistema, sull’ambiente e su tutta la fauna selvatica che vive qui.

Diciamo “no!” alla plastica

Ormai, tutti sanno quanto sia grande e negativo l’impatto che la plastica ha sul nostro ambiente e sull’oceano. La maggior parte delle persone avrà sentito che entro il 2050, gli scienziati prevedono che il peso della plastica nell’oceano supererà il peso combinato di tutti i pesci nel mare.

Ma la buona notizia è che ora c’è così tanto che possiamo fare per evitare la plastica!

Foto di Tabitha Mort su Pexels.com

Inizia investendo in accessori da viaggio senza plastica, come bottiglie riutilizzabili, tazze, kit per il pranzo, utensili, ecc … Puoi anche iniziare a utilizzare articoli per l’igiene personale senza plastica. Questi prodotti sono perfetti per viaggiare, in particolare quando si viaggia zaino in spalla, in quanto sono ottimi per l’ambiente, ma anche per risparmiare spazio nella borsa e durano più a lungo. 

Scegli tour etici ed ecologici

Visto che sempre più persone possono viaggiare e vogliono scoprire la bellezza dell’oceano e della natura in giro per il mondo, viaggiare responsabilmente è diventato sempre più importante per preservare il nostro pianeta.

La scelta di un tour operator responsabile ed ecologico richiede alcune ricerche e talvolta può essere più costoso. Assicurati sempre di optare per le aziende che non sfruttano gli animali selvatici, che supportano gli sforzi di conservazione e fanno del loro meglio per proteggere l’ambiente.

Se stai cercando consigli su come scegliere un’agenzia turistica responsabile, dai un’occhiata al post al link qui sotto.

Sbarazzati dei rifiuti correttamente

Smaltire correttamente i rifiuti, non significa solo mettere i rifiuti in una borsa dopo aver trascorso una giornata in spiaggia. Immagino che ormai tutti sappiano che bisogna farlo.

Ma cosa fare con quella borsa? Bisognerebbe metterla nel cestino più vicino ovviamente, ma se il cestino trabocca, dovresti portare i tuoi rifiuti a casa / al tuo ostello con te se puoi, per smaltirli correttamente. Infatti, a causa del vento e del livello del”acqua, questi rifiuti potrebbero comunque finire in mare se lasciati al lato della strada.

Sapevi che la causa principale di rifiuti in mare sono proprio i rifiuti abbandonati nelle città? Quindi la stessa regola dei bidoni straripanti si applica anche se stai visitando una città o facendo escursioni su una montagna, ma ci sono anche altre cose da considerare.

Ad esempio, i mozziconi di sigaretta sono fatti di plastica e impiegano fino a 10 anni per decomporsi. Quindi non gettarli per strada o in spiaggia!

Un’altra scoperta (scioccante) che ho fatto lavorando con una ONG ambientale, è che le persone scaricano le cose più strana nel WC. Smaltire correttamente i rifiuti durante il viaggio significa anche non scaricare cose come salviette, tamponi, cotton fioc, ecc … Gli impianti di trattamento dell’acqua non sono costruiti per filtrare alcuni di questi oggetti, che possono finire nell’oceano e diventare una minaccia per la vita marina.

Pulisci la spiaggia per qualche minuto

Stai visitando una spiaggia in un nuovo paese e noti dei rifiuti? Raccoglili! In questo modo puoi fare una differenza positiva immediata e tangibile per l’oceano.

Esiste una campagna chiamata # 2minutebeachclean che sta cercando di aumentare la consapevolezza dell’enorme impatto che questo tipo di azioni potrebbe avere. Dai un’occhiata al loro sito web .

Fai attenzione alla fauna selvatica

Non importa quanto siano carini, non dovresti mai toccare, avvicinarti o dare da mangiare agli animali selvatici. Basta apprezzare loro la bellezza e non disturbarli!

Fai attenzione quando stai, per esempio facendo una passeggiata sulla spiaggia: potrebbero esserci dei punti in cui gli uccelli stanno costruendo i loro nidi, le foche stanno partorendo, ecc. Non disturbarli!

Inoltre, dovremmo evitare di fare escursioni che ti consentono di toccare la fauna marina. Come ho detto in uno dei post precedenti , una volta sono andata a fare un tour che pensavo sarebbe stato un viaggio di snorkeling. Tuttavia, una volta arrivata lì, mi sono resa conto che avevano intrappolato alcune tartarughe in un bacino d’acqua chiuso e lasciato che i turisti le toccassero e le afferrassero per scattare delle foto con loro, e così mi sono rifiutate di entrare in acqua.

Hai altri suggerimenti per proteggere l’oceano mentre viaggi? Mi piacerebbe ascoltarli e saperne di più.

POTREBBE PIACERTI ANCHE:


One Reply to “Giornata mondiale degli oceani – 8 modi per proteggere l’oceano in viaggio”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: